Come fare il passaporto

Il passaporto è un documento molto importante se si desiderano fare dei viaggi fuori dall’Unione Europea. Esso è riconosciuto da tutti gli Stati del mondo senza il quale non si può andare in un paese straniero per nessuno motivo, altrimenti si rischia di la detenzione. Se sei qui immagino che intendi fare un viaggio all’estero e desideri sapere come fare il passaporto, non è vero? Devo dirti che sei nel posto giusto perché in questa guida ti spiego la procedura in modo molto semplice.

Ottenere il passaporto è facile e lo si può avere dopo diversi giorni. Se desideri viaggiare oppure emigrare in un altro Stato che non fa parte dell’Unione Europea devi assolutamente averlo, altrimenti non puoi andare. Alcune persone che hanno i conti aperti con la giustizia non possono ottenerlo e se ottenuto può essere ritirato onde evitare la fuga all’estero del soggetto. Detto ciò, andiamo subito a veder come avere il passaporto. Quindi ti consiglio di prenderti qualche minuto di tempo per leggere questa guida.

Informazioni principali

Il passaporto è uno dei documenti più importanti che deve possedere una persona, soprattutto se si ha il bisogno di viaggiare o andare in un Paese estero al di fuori dell’Unione Europea. Si tratta di un documento di piccole dimensioni e di diverse paginette che varia di dimensione e di colore a seconda della Nazione che lo emette.

Il passaporto italiano ha una copertina di colore marroncino con le scritte in oro. In alto è scritto in stampatello Unione Europea mentre poco sotto c’è la scritta Repubblica Italiana. Al centro c’è lo stemma della repubblica mentre sotto la scritta Passaporto c’è un disegno che è un simbolo biometrico. Questo simbolo non è altro che un microchip con le informazioni sul possessore del passaporto utile alle autorità per capire se si tratta di un documento originale.

All’interno ci sono pagine che contengono la foto e le informazioni principali dell’intestatario. La foto tessera A si trova sulla destra mentre la foto tessere B si trova sulla sinistra. Al centro dall’alto verso il basso sono presenti il Cognome, il Nome, la Cittadinanza, la Data di nascita, il Sesso e la Data di Rilascio. Sulla sinistra è presente l’Autorità che lo ha rilasciato. Le pagine seguenti sono dedicate al paesi visitati che ogni volta rilasciano il visto.

Tipologie e durata

Quando si parla di passaporto si pensa che si tratta di un documento unico (nel senso che esiste solo un tipo), ma bisogna sapere che ci sono ben tre tipologie: ordinario, temporaneo e collettivo. Le differenze tra i diversi tipi sono molte e bisogna tenerle bene in considerazione quando si va a richiederlo. Quindi ti consiglio di continuare a leggere questo paragrafo i cui ti dico anche la durata.

  • Il passaporto ordinario è un libretto di 48 pagine dotato di microchip che contiene i dati dell’intestatario dell’ufficio che lo ha rilasciato. La sua stampa rende difficile la contraffazione e questo lo rende molto sicuro. Ha una durata variabile a seconda dell’età dell’intestatario: per i minori di 3 anni vale 3 anni, dai 3 ai 18 anni vale 5 anni e per i maggiorenni vale 10 anni.
  • Il passaporto temporaneo è rilasciato solo in determinati casi di emergenza e si tratta di un documento cartaceo diverso dal passaporto ordinario. Non contiene il microchip con i dati del titolare. La sua durata è di una anno.
  • Il passaporto collettivo è rilasciato ad un gruppi di persone solo se questo gruppo soddisfa determinati requisiti. Può essere richiesto da un minimo di 5 persone da un massimo di 50 persone per diversi motivi tra i quali culturali, sportivi, religiosi o altro. La sua durata è di 4 mesi.

Presentare la domanda per fare il passaporto

Quando si decide di fare il passaporto bisogna recarsi presso gli uffici preposti al rilascio di questo documento. La questura è l’ufficio dove presentare la domanda per il documento. Quindi devi recarti all’ufficio di Polizia competente del territorio dove hai la residenza e spiegare che vuoi fare il passaporto. Se sei residente all’estero e sei Iscritto all’AIRE (Associazione Italiani Residenti all’Estero) puoi recarti al consolato italiano del tuo territorio, mentre se vivi all’estero e non sei iscritto all’AIRE devi tornare al luogo dove hai la residenza e recarti presso la questura. Di solito il documento sarà pronto in meno di un mese ma spesso capita di dover aspettare anche oltre un mese e questo dipende se la domanda è presentata in un periodo prima delle ferie o nei giorni prima di importanti festività.

Documenti per fare il passaporto

Prima di recarti in questura, ricordati di avere a portata di mano i documenti necessari e aver effettuato i pagamenti necessari. La procedura da seguire e abbastanza facile perché recandoti presso la polizia e dire che desideri fare il passaporto, ti verrà dato un foglio con la procedura da seguire. Di seguito ti spiego cosa bisogna fare. Innanzitutto, alla questura ti verrà dato un modulo stampato da compilare. Assicurati di avere con te un documento di riconoscimento (carta di identità o patente) che verrà fotocopiato dall’impiegato dell’ufficio. Porta con te anche due foto recenti adatte ad un documento di riconoscimento, spiega al fotografo che le foto sono per il passaporto.

Costo per fare il passaporto

Al momento della richiesta per fare il documento, insieme al modulo da compilare ti verrà richiesto anche di effettuare il pagamento di alcune commissioni. Quindi ti verrà dato anche un bollettino da 42,50 euro intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Dovrai acquistare anche un contrassegno amministrativo di 73,50 euro presso un tabacchino. Assicurati di tenere con te una copia dei pagamenti effettuati.

Fare il passaporto online

Fino ad ora ti ho spiegato come fare il passaporto presso la questura ma si può fare anche online. Per fare ciò devi collegarti al sito Passaporto Elettronico ed avere le credenziali di accesso (puoi entrare con SPID o con CIE). Questa è una procedura piuttosto complicata per chi non è pratico nel mondo di internet per questo consiglio di effettuare quella presso un ufficio della polizia.